MEDICALPILATES RESPIRAZIONE

Benvenuto caro 2017!

Un bel sospiro di sollievo e un bel inspiro di gioia!

Non Ti penso molto e Tu ci sei comunque. A volte Ti penso tantissimo e hai la mia piena dedizione. Quel momento lo faccio diventare esclusivo per ogni mia cellula e mio pensiero.

Poi, ogni tanto mi fai girare la testa e mi chiedo che succede. Fai girare la testa anche ai miei amici e ai miei parenti. Ma poi, come per magia, tutto torna velocemente normale.

Vi parlo del nostro amato Respiro.

Anche se è una delle funzioni vitali del nostro corpo, fortunatamente, non dobbiamo averne piena consapevolezza e controllo.

E' il sistema respiratorio!

Questo sistema e controllato dal sistema nervoso  autonomo ed è al nostro servizio dal primo momento della nostra vita fino all’ultimo.

La nostra vita inizia con il respiro e termina con il respiro. E’ la prima e l’ultima cosa che facciamo nella nostra vita.

Cosa è il respiro perfetto?

Non è che c’è un respirare corretto da impostare per sempre.

Quello che possiamo fare, sono i semplici esercizi con i quali possiamo migliorare la capacità respiratoria attraverso un sistema di esercizi di rinforzo e allungamento muscolare per la gabbia toracica e il diaframma. 

Chimica e fisiologia in breve 

Il respiro mette in equilibrio O2 e CO2, mette in equilibrio anche la chimica del sangue - pH acido e alcalino, aiuta produzione d’energia, permette consegna dell’ossigeno in tutte le cellule del corpo di tutti i sistemi che formano la nostra esistenza.

Fortunatamente, quando questo equilibrio si destabilizza arrivano immediatamente i sintomi d’alarme che salvano la nostra salute. 

Questi importanti sintomi (il feedback) sono: il mal di testa, la confusione, l’aumento della frequenza cardiaca e la debolezza muscolare.

Per esempio, a causa di poca ventilazione (troppo poca respirazione) accadono tali sintomi. Questo è il momento quando il sangue diventa acido, si verifica acidosi respiratoria,  riduzione di tasso di rimozione del biossido di carbonio, provocando l’accumularsi nel sangue insieme con idrogeno.

Invece, dall’altro lato, se respiriamo molto, iper ventiliamo,  creiamo un ambiente alcalino, che lo stesso potrebbe creare i sintomi ed effetti non piacevoli come: giramento di testa, respiro troppo rapido e superficiale, agitazione, possibile dolore toracico o altri sintomi simili all'attacco cardiaco, possibile sensazione di formicolio alle estremità superiori e crampi alle dita.

Alcalosi respiratoria succede quando il pH del sangue diventa troppo elevata, da troppo pochi ioni d’idrogeno. A causa della troppo poco anidride carbonica, il sangue diventa alcalina.

 

In momento di aumento di CO2 si crea una fame per O2 e questa situazione potrebbe essere molto dannosa per il corpo.

Ogni cellula, attraverso inspirazione lega ossigeno al proprio glucosio per liberare l’energia in forma di CO2 e acqua come elementi da eliminare.

Il sistema circolatorio e il sistema respiratorio sono in stretta relazione e in continua interazione. Negli alveoli dei polmoni accade questo scambio passivo fra O2 che e’ stato introdotto attraverso un inspiro e e CO2 e acqua che si liberano durante un espirazione.

Un deficit respiratorio, deficit di O2 può creare un severo problema di salute e far sviluppare una patologia cronica o diventare letale.

Anche un deficit di CO2 può creare I disturbi notevoli.

Per fortuna, esistono meccanismi di feedback negativo (sopra nominati) e ci aiutano ad agire in modo tempestivo per riequilibrare il nostro pH e l’equilibrio tra I O2 e CO2.

Rapide soluzioni per il feedback negativo

Per esempio, in caso di ipoventilazione suggerisco di aprire le finestre e arieggiare lo spazio cercando di respirare profondamente e se i sintomi persistono  necessario chiedere aiuto medico per individuare la diagnosi e adeguata ossigenoterapia e terapia farmacologica.

 

In caso di iperventilazione, più efficiente rimedio sarebbe di respirare in un sacchetto tenendo naso e bocca dentro il sacchetto per alcuni respiri finchè i sintomi non vengano attenuati. 

Prevenzione 

Quello che è ovvio è abbandonare le cigarette e la vita sedentaria.

Suggerisco per tutte le età un training e attività fisica con particolare attenzione all’equilibrio del respiro. Ne esercitarsi in apnea, ne respirando troppo, ne troppo poco.

Trovate il vostro equilibrio perfetto che ogni movimento accompagni un inspiro e poi il successivo movimento che accompagni un espiro.

Durate il vostro respiro esplorate le vostre costole e la vostra pancia e cercate di sentire come si muovono. 

Provate a trovare da soli l’equilibrio tra di loro. 

Un piccolo esercizio

Assumete una posizione comoda con le spalle rilassate insieme al peso delle braccia, date possibilita’ alle vostre mani di esplorare le costole sentendole espandersi di piu’ durante l’inspirazione e di ristringersi durante l’espirazione. 

Poi, date la possibilita’ alle vostre mani di sentire la pancia gonfiarsi durante l’inspirazione e di sgonfiarsi durante l’espirazione. 

Poi mettete le mani sullo sterno e cercate di sollevare le mani con lo sterno inspirando e abbassarle espirando. 

Ripetete cinque volte ogni di questa respirazione prima di allenarvi o prima di una semplice camminata. 

Vi aiutera’ ad avere un giusto equilibrio tra inspiro ed espiro durante l’attivita' fisica. 

Create la vostra preferita coreografia tra il respiro e il movimento e arricchitevi di gioia e energia.

Se non arrivano i feedback negativi, siete sulla giusta strada.

Evviva il nostro respiro

Evviva l’equilibrio del nostro essere in tutte le sue forme!

Evviva la vita!

Di cuore da Mirjana Ilic ispirata da autori internazionali e dalla sua esperienza con i pazienti e clienti.